Raggiungere obiettivi: da bambina incompresa a donna consapevole e determinata

In Storie by Redazione

Perché i sogni rimangono nel cassetto
Angela appare come una donna forte, determinata, che sa sempre cosa vuole. Ma dentro Angela è fragile, è volubile, è insicura. A chi non la conosce sembra una persona soddisfatta, ma in realtà è sempre perseguitata da una spiacevole sensazione di “mancanza”. Le manca qualcosa ma non riesce a capire bene cosa. Le sembra sempre di non avere abbastanza di qualcosa. Non ha abbastanza tempo, non ha abbastanza soldi, non ha abbastanza serenità, non ha abbastanza amore, non ha abbastanza spazio, non ha abbastanza…
Chi non ha mai questa sensazione?
Quante volte pensiamo di non poter ottenere qualcosa perché non abbiamo abbastanza di qualcos’altro?
E così Angela dice che il suo sogno è imparare le lingue, soprattutto l’inglese. In questo modo le sarebbe più facile viaggiare ed è utile per il lavoro. Ma non c’è abbastanza tempo, non ci sono abbastanza stimoli e la pigrizia prevale, non ci sono abbastanza soldi e le priorità sono altre. Così l’inglese di Angela si riduce a “hello”, il francese a “baguette” e lo spagnolo a “paella”.
Poi Angela si sentiva sempre insicura e incerta, perché sognava una stabilità e una sicurezza economiche che parevano solo utopia in questi tempi di crisi e difficoltà. Non chiedeva tanto, giusto quel minimo di serenità che le permettesse di togliersi qualche soddisfazione e di non doversi preoccupare troppo di andare sotto con la carta di credito.

Ma il sogno più grande e segreto di Angela è quello di ricongiungersi con suo padre. Non si parlano da anni e anni. Non ricorda nemmeno la ragione dell’ultimo litigio, ma non è quello il punto, non si sono mai capiti e per tutta la vita lui e Angela sono stati in conflitto. Però il padre le mancava, in fondo si vogliono bene e recuperare i rapporti avrebbe potuto aiutarla a mettere finalmente in pace la se stessa bambina e la se stessa adolescente rispetto alla se stessa attuale. Però lui non avrebbe mai ascoltato, non avrebbe chiesto scusa, lo sforzo di parlare non sarebbe servito a nulla. E gli anni passano senza che nessuno dei due compia il primo passo.

E’ ora di agire, cosa cambia con il metodo DREAMS
Poi Angela, navigando in Internet, ha trovato un corso che poteva fare al caso suo. Un corso che aiuta a trovare gli stimoli necessari per ottenere i propri obiettivi e gli strumenti che servono per riuscire a realizzare i propri sogni. Quei tre giorni di corso hanno cambiato la vita di Angela.
Angela ha imparato che chi non fa risultati pensa e dice di non avere mai abbastanza di qualcosa e che è questo il motivo per cui non riesce nei suoi propositi. Angela ha imparato che fare soldi non è un obiettivo ma un risultato e inoltre per lei i soldi erano un desiderio finalizzato a ottenere altre cose, più semplici, alle quali non era veramente obbligata a rinunciare.
Angela ha imparato che le cose vanno fatte ORA, non dopo, non domani, ma ADESSO. E il tempo c’era per imparare l’inglese, e lo spagnolo, e il francese, e anche un pochino di tedesco, basta rimandare. Infatti man mano che migliorava con l’inglese il capo le ha affidato lavori all’estero e così è riuscita anche a viaggiare di più, e viaggiando ha potuto migliorare ulteriormente le lingue instaurando un circolo virtuoso che ancora oggi le porta soddisfazioni continue.
E Angela, liberatasi delle sue insicurezze e del suo senso di mancanza, ha trovato la forza di mettere da parte i vecchi rancori e un giorno dopo l’altro sta costruendo un nuovo rapporto col papà, basato su una maggiore comprensione reciproca, grazie alla nuova propensione alla proattività acquisita durante il corso. Ciò che succede dipende solo da lei, basta dare la colpa agli altri per ciò che non va come vorrebbe.

C’è sempre un lieto fine, se lo decidi tu
Angela ora parla più o meno bene cinque lingue, viaggia molto, la sua vita è illuminata di soddisfazioni e nuovi amici in tutto il mondo. Tutti i giorni Angela telefona al padre e gli racconta dei suoi viaggi, delle sue esperienze, dei suoi progetti. Il papà ascolta orgoglioso la figlia, una donna forte, indipendente, determinata e solare, che nel suo cuore rimarrà per sempre la sua amata bambina con le treccine e le ginocchia sbucciate.
Angela è felice perché sa come realizzare i suoi sogni. Il suo nuovo sogno è quello che aveva proprio da bambina, tornato a vivere dopo essere stato accantonato in favore di obiettivi che sembravano più concreti. E’ stato proprio suo padre a tirare fuori dal cassetto quel vecchio sogno impolverato e dimenticato. Angela da piccola era un artista. Voleva dipingere. Il massimo della serenità lo raggiungeva concentrandosi sulle linee da tracciare col pennello, sui colori che si sovrappongono sulla superficie. Angela in questo momento sta festeggiando i primi successi del suo shop online col quale ha già venduto centinaia di ceramiche da lei dipinte e decorate a mano. Che soddisfazione!

Storie tratte da casi reali di persone che hanno partecipato al corso Dreams di Davide Malaguti.