SUPERARE I MOMENTI DI CRISI CON LA MEDITAZIONE: 3 ESERCIZI PRATICI

In Crescita Personale by Redazione

Di fronte a una crisi – che si tratti di perdere il lavoro, di chiudere una relazione, di un tradimento o di una difficoltà economica – la mente umana tende a reagire in modi condizionati e limitati, che spesso non fanno altro che aumentare la sofferenza. Possiamo rimuginare sul passato e rimanere bloccati in sentimenti negativi quali risentimento, rimpianto o autocommiserazione. O possiamo guardare al futuro e lasciarci intrappolare dalla paura in scenari ancora peggiori.
Per non cadere in questi loop mentali, ripetitivi e controproducenti, e mantenere – o ritornare – ad uno stato di equilibrio e benessere, puoi ricorrere ai tre esercizi di meditazione che seguono.

1. INIZIA DA UNA CALMA CONSAPEVOLEZZA
Quando ti senti al sicuro e in sintonia con la vita, le soluzioni ai problemi emergono spontaneamente, ma quando sei nel bel mezzo di una situazione impegnativa, paura, frustrazione e confusione possono soffocare la tua consapevolezza. Sarai più affaticato del solito e continuando a fare ciò che non ha funzionato sin dall’inizio ti sentirai man mano sempre più esausto. Citando Einstein, “nessun problema può essere risolto allo stesso livello di conoscenza che l’ha generato”: l’unico modo per uscirne è espandere la propria consapevolezza, così da aprirsi a una maggiore chiarezza e a nuove possibilità.

Ci sono tante tecniche di meditazione che possono aiutarti ad andare oltre il rumoroso dialogo interno della mente ed espandere la tua consapevolezza. Ecco una pratica facile da provare subito:

Meditazione sul respiro:
– Siediti in silenzio con gli occhi chiusi e focalizza l’attenzione sulla punta del tuo naso
– Respira normalmente, sentendo l’aria che fluisce attraverso le narici
– Una volta stabilizzato il respiro, prova a visualizzarlo come una leggera nuvola di luce dorata che entra ed esce dal naso. Senti l’energia che viene trasportata dal respiro. Lascia che rilassi e calmi la tua mente, con naturalezza, senza forzare nessun evento. Il processo andrà avanti da sé

Ricordati che, indipendentemente dalla difficile sfida che stai affrontando, coltivando calma e consapevolezza, le soluzioni inizieranno a fluire dentro di te in modi che non avresti mai potuto immaginare o prevedere quando gli orizzonti della tua consapevolezza erano ristretti.

2. ACCOGLI IL CAMBIAMENTO
Una crisi può far emergere la paura dell’ignoto. La tua vita sta cambiando e potresti sentirti fuori controllo e impotente. Anche se non puoi fermare il ciclo del cambiamento, puoi imparare a vederlo come un amico anziché un nemico. Un modo per farlo è allenarsi a individuare le opportunità in ciò che ti accade, anche quando le circostanze sembrano negative. Sii pronto a guardare nel profondo, anche se si tratta di sentimenti di delusione o perdita, poiché ogni bisogno porta con sé quello che ci è necessario e anche la situazione più dolorosa possono scaturire soluzioni vincenti.

Se non ottieni ciò che ti aspetti, osserva quanto accaduto e chiediti: “Dov’è il dono in ciò  che sto passando? Come posso trasformare questa situazione in un’occasione per imparare qualcosa?”. Con questo approccio, accetterai il cambiamento invece che negarlo e sarai pervaso da una sensazione di arricchimento.

Dire “sì” è una forma di accettazione radicale, che permette alle esperienze di essere ciò che sono e a te di starci in mezzo senza farti imprigionare dalla sofferenza.

Mettiti alla prova con la prossima meditazione: ti aiuterà ad aprirti al cambiamento nel momento presente.

Meditazione per aprirsi al sì:
– Siediti, tranquillo e in silenzio, ad occhi chiusi, e fai qualche respiro profondo
– Porta alla coscienza la situazione attuale, quella che sta cambiando in modi che ti fanno sentire inquieto (potrebbe essere il rapporto col tuo partner, il lavoro, la salute o la tua situazione finanziaria), cerca di notare la “carica emotiva” di questa storia e le sensazioni che ti provoca a livello del corpo
– Per capire cosa succede quando opponi resistenza all’esperienza, prova a dire di no. Una volta in contatto col dolore che stai provando, tenta di scacciarlo o reprimerlo. Che effetto ha quel “no” sul tuo corpo, sul tuo cuore, sui tuoi sentimenti?
– Fai qualche altro respiro profondo e lascia andare le tensioni. Richiama alla mente la situazione dolorosa, ma questa volta lasciala entrare, dicendole sì. Accogli i sentimenti che ne scaturiscono  in un abbraccio di tolleranza. Anche se provi paura o vergogna, lascia che le emozioni emergano in uno stato di accettazione. Dì di sì a ciò da cui vorresti nasconderti, alle tue paure.
– Fai attenzione a cosa succede al tuo corpo quando dici di sì. Spesso è accompagnato da un senso di apertura e arricchimento, uno spostamento verso una consapevolezza più ampia. Arrendendoti al momento presente per com’è, capirai di poter attingere a una fonte sconfinata di amore e libertà.
– Lascia andare i pensieri che non centrano e soffermati sulla sensazione di semplice consapevolezza. Lascia che il calore di questo esercizio si diffonda nel tuo corpo. Decidi attivamente di rispondere “sì” a qualunque cosa la vita ti porrà davanti, lasciando che ogni esperienza ti avvicini un passo di più alla verità.

3. CONCENTRATI SULLA GRATITUDINE
Tutto ciò su cui concentriamo l’attenzione si espande nella nostra esperienza. Se focalizziamo la nostra mente su ciò che non va, sulla paura del futuro, sperimenteremo una realtà dolorosa e negativa. D’altra parte, concentrando l’attenzione su quello per cui siamo grati, faremo esperienza di una realtà ricca d’amore, gioia, riconoscenza e pace – anche durante una situazione difficile. Cerca di apprezzare ciò che hai invece che soffermarti su quello che ti manca, e fai caso ai tanti modi in cui l’universo ti sostiene in ogni momento.

La gratitudine è anche un potente strumento per il benessere emotivo e la salute fisica: chi si concentra sulla gratitudine è meno stressato, dorme meglio, ha maggiore energia e livelli più alti di gioia e felicità rispetto a chi non lo fa.
Inoltre, concentrarsi sulla gratitudine permette di raccogliere solo dei benefici, quindi ecco un metodo semplice per sperimentare la gratitudine proprio adesso:

Meditazione per imparare a coltivare la gratitudine:
– Prenditi un momento e rifletti sugli aspetti della tua vita per cui ti senti grato: tutte le relazioni costruttive, i beni materiali che possiedi, il tuo corpo e la tua mente che ti fanno comprendere te stesso e tutto ciò che hai intorno. Respira e sii grato per l’aria che ti riempie i polmoni e rende possibile la tua vita.
– Senti il tuo corpo, la tua carica vitale, e riconosci il miracolo dell’essere vivo in questo preciso istante. Permetti alla tua consapevolezza di apprezzare ciò che vedi, senti, respiri e tocchi.
– Senti l’amore, l’empatia e la comprensione che la gratitudine porta nel tuo cuore. Fai caso a come la gratitudine riporta la tua attenzione al momento presente, che è l’unico in cui puoi provare pace e gioia.