IL TEMPO È UNA RISORSA FONDAMENTALE: 8 CONSIGLI PER GESTIRLO AL MEGLIO

In Sviluppo Manageriale by Redazione

Se nel passato il lavoro era un’attività necessaria alla sopravvivenza, che impegnava il tempo necessario lasciando spazio a momenti familiari e di convivialità, oggi si lavora avendo per obiettivo la realizzazione personale e ciò spesso porta a trascurare la vita privata.
È importante imparare a gestire la risorsa tempo per unire una carriera di successo a una vita privata soddisfacente. Non è impossibile, basta volerlo e seguire qualche consiglio. La capacità di sapersi fermare e dedicare tempo a famiglia ed amici è una dote, ma è anche molto utile a ricaricarsi e a plasmare una carriera soddisfacente che non tralasci le relazioni sociali.

Gli 8 consigli che seguono ti saranno utili a modificare le tue abitudini per organizzare meglio il lavoro, renderlo meno invasivo e conciliarlo con la vita privata:

  1. DATTI DELLE PRIORITÀ
    Decidi cosa è più importante: ogni sera fissa gli obiettivi per il giorno successivo, sul lavoro e nella vita privata. Individua pochi compiti urgenti, e una volta realizzati passa al resto. Hai in contemporanea una scadenza importante in ufficio e la partita di calcio di tuo figlio? Scegli valutando bene tutti gli elementi. Ciò che conta è dare senso e valore alla propria vita, tenendo a mente che il lavoro è solo una parte di essa. Approfitta di pause e giorni liberi per ricaricare le energie. Pianificare con metodo le attività della tua giornata può sembrare noioso, ma ti consentirà di raggiungere risultati importanti.
  1. SEGUI UN METODO
    Ordine e organizzazione sono necessari per evitare di trovarsi in difficoltà. Molto dipende anche dalle tue abitudini: alcune persone hanno bisogno di decidere tutto con largo anticipo, per altre fare ordine è uno sforzo estenuante… Una buona organizzazione ti permetterà di risparmiare tempo che potrai dedicare a te stesso e ai tuoi cari.
  1. IMPARA A DELEGARE
    Poter delegare alcuni compiti a colleghi e collaboratori è fondamentale. Spesso si pensa di essere i soli a potersi occupare di quell’attività o la si vuole svolgere in un certo modo, ma quando si hanno tante incombenze e scadenze delegare diventa indispensabile. Un buon manager deve fare attenzione e sfruttare al meglio le risorse: capita che in ufficio ci sia qualcuno che insiste per avere un incarico o che è meno oberato di lavoro in quel momento e potrebbe essere d’aiuto. Il lavoro di squadra porta risultati migliori e ha anche un ulteriore vantaggio: motiva dipendenti e collaboratori.
  1. PRENDITI DELLE PAUSE
    Prenderti dei giorni di ferie è impossibile? Le vacanze estive sembrano lontanissime? Anche fare una passeggiata in pausa pranzo, organizzare una cena con gli amici o un pomeriggio da dedicare a una persona cara sono ottimi modi per rigenerarsi e socializzare. Il successo al lavoro dipende anche dal buon esito delle relazioni sociali e gestire il tempo vuol dire anche sapersi fermare, staccare la spina e regalarsi un momento di relax in montagna, al mare o dove si desidera: lo strappo alla regola ti farà stare subito molto meglio.
  1. DAI IMPORTANZA A OGNI ATTIMO
    Saper gestire il tempo e conciliare professione e vita privata significa riuscire a dare il giusto valore al momento che si sta vivendo, tenendo separate le ore trascorse in ufficio da quelle passate in famiglia e con gli amici. Mentre lavori lascia a casa pensieri e preoccupazioni personali, e allo stesso modo non occuparti di questioni di lavoro fuori dall’orario d’ufficio. Migliorerà il tuo rendimento professionale e ti sentirai in generale meno stressato.
  1. NEGOZIA IL CARICO DI LAVORO
    Il detto recita “il cliente ha sempre ragione”, ma ciò non comporta che si debba dire di sì a tutto o fare i salti mortali per soddisfare richieste assurde, e al proprio superiore se serve va ricordato che il lavoro ha dei limiti temporali oggettivi. Carichi eccessivi di lavoro non permettono di rendere bene e di ciò si sono accorte molte grosse aziende, che ora offrono maggiore flessibilità ai loro dipendenti. Queste nuove modalità di approccio al lavoro prevedono compiti e scadenze, ma senza orari da rispettare: si può lavorare quando e come si vuole, basta rispettare gli standard qualitativi e le scadenze. Si responsabilizza così il singolo, offrendogli anche la possibilità di disporre del suo tempo in autonomia, inframmezzandolo a pause e momenti di socialità.
  1. ATTENTO ALLE SCADENZE LUNGHE
    Tra gli elementi cui fare particolare attenzione nel gestire la risorsa tempo ci sono le date di consegna dei lavori a lungo termine o quelle attività da svolgere in periodi non ben definiti. Comincia a non rimandare a domani ciò che puoi fare oggi: il rischio è di accumulare, non alzarsi dalla scrivania nemmeno in pausa pranzo e rimanere in ufficio fino a tardi, trascurando inesorabilmente la tua vita privata. Ma impara a non rimandare neanche una telefonata ai genitori, una serata con gli amici, una giornata in famiglia e i tuoi momenti di svago in generale: ti perderesti parti importanti dello stare insieme e della socializzazione.
  1. IMPARA A DIRE DI NO
    Dire di no, sia ai clienti che ai capi, è necessario. Capitano momenti in cui le richieste sono troppe e portano all’eccesso facendo lavorare giorno e notte. A lungo andare, rinunciare alla vita privata per il lavoro ha conseguenze negative sulla propria condizione psico-fisica e rende meno produttivi, quindi a perderci è anche l’azienda. Inoltre un no netto, pronunciato al momento giusto, significa anche ottenere rispetto.